Indietro

Assemblea dei Soci di Cattolica Assicurazioni

Assemblea dei Soci di Cattolica Assicurazioni
26 aprile 2014

APPROVATO IL BILANCIO 2013.

UTILE CONSOLIDATO DI 64 MILIONI, DIVIDENDO DI 0,45 EURO PER AZIONE.

 

Verona, 26 Aprile 2014

Si è tenuta oggi a Verona, con la presidenza di Paolo Bedoni, l’Assemblea ordinaria e straordinaria dei soci di Cattolica Assicurazione con all’ordine del giorno l’approvazione del Bilancio del 2013 che si è chiuso con un utile netto consolidato di 64 milioni di euro.

L’assemblea, che si è svolta in collegamento a distanza con Roma, ha approvato la proposta del Consiglio di Amministrazione di distribuire un dividendo di 0,45 euro per azione.

 

SEDE ORDINARIA

Bilancio consolidato 2013

Il Gruppo chiude il 2013 con un utile netto consolidato di 64 milioni di euro.

Prima dell’applicazione dell’addizionale Ires una tantum dell’8,5%, che ha un effetto pari a 31 milioni di euro, l’utile consolidato risulterebbe pari a 95 milioni di euro1 , in crescita rispetto agli 85 milioni2 di euro del 2012.

L’utile netto di Gruppo3 risulta pari a 44 milioni di euro. Senza l’applicazione dell’Ires addizionale l’utile di gruppo risulterebbe pari a 70 milioni di euro1 in crescita rispetto ai 631 milioni dell’esercizio precedente. La raccolta premi complessiva del lavoro diretto ed indiretto danni e vita4 ha raggiunto i 4.384 milioni di euro, in aumento del 19,2% rispetto ai 3.677 milioni dell’esercizio precedente. Il patrimonio netto di gruppo è pari a 1.334 milioni di euro.

Il margine di solvibilità si attesta a 1,66 volte il minimo regolamentare a fine 20135 .

Bilancio di esercizio 2013

L’Assemblea ha approvato il Bilancio di esercizio 2013 della Società che si è chiuso con i premi lordi contabilizzati del lavoro diretto e indiretto pari a 2.171 milioni di euro (2.110 milioni al 31 dicembre 2012; +2,9%), e un utile netto in base ai principi contabili nazionali pari a 83 milioni, come da informativa già resa pubblica (59 milioni al 31 dicembre 2012; + 41,7%).

Dividendo

L’Assemblea ha approvato la distribuzione di un dividendo unitario complessivo pari a 0,45 euro per azione. Il dividendo proposto sarà pagabile a partire dal 22 maggio 2014, con data di stacco della cedola il giorno 19 dello stesso mese (cedola numero 23) e record date il 21 maggio 2014, in conformità al calendario di Borsa Italiana.

Determinazione delle politiche di remunerazione

L’Assemblea, in conformità a quanto previsto dal Regolamento ISVAP n. 39 del 9 giugno 2011, ha approvato le politiche di remunerazione relative agli organi sociali, al personale e ad altri soggetti contemplati quali destinatari di principi generali da parte del Regolamento stesso. Tali politiche hanno l’obiettivo di definire le finalità, i principi ed i criteri adottati dal Gruppo Cattolica in merito alle proprie Politiche di Remunerazione.

L’Assemblea ordinaria ha altresì deliberato in senso favorevole alla proposta di determinazione, ai sensi dello Statuto Sociale, del compenso dei componenti il Consiglio di Amministrazione ed il Comitato Esecutivo e della relativa indennità di presenza.

Conferma del piano di acquisto e di alienazione di azioni proprie

L’Assemblea, su proposta del Consiglio di Amministrazione, ha confermato il piano di acquisto e di alienazione di azioni proprie ai sensi di legge. Il piano di acquisto ed alienazione di azioni proprie riguarderà un numero massimo di azioni pari al 3% del capitale sociale, per un controvalore massimo complessivo di libro delle azioni proprie di euro 30.000.000, per un periodo di 18 mesi dalla data della delibera assembleare.

L’acquisto e l’alienazione di azioni proprie sono finalizzati, sia all’eventualità di disporre preventivamente di un pacchetto azionario disponibile per operazioni straordinarie; sia per contenuti interventi sul mercato volti a dare liquidità e volumi stabili alle negoziazioni del titolo, e ad evitare incertezze ed oscillazioni ingiustificate nelle quotazioni.

Si precisa che la richiesta di autorizzazione all’acquisto di azioni proprie non è preordinata ad operazioni di riduzione del capitale sociale della Società tramite annullamento delle azioni proprie acquistate e/o al servizio di piani di stock-option. L’operatività di acquisto e vendita di azioni proprie proseguirà, pertanto, con le modalità fino ad oggi adottate.

 

SEDE STRAORDINARIA

Modifiche dello statuto sociale

In seduta straordinaria l’Assemblea dei Soci di Cattolica ha approvato la modifica degli articoli nn. 6, 9, 12, 18, 20, 22, 23, 25, 27, 29, 41, 44, 45, 46, 54 dello Statuto Sociale e l’introduzione di un nuovo articolo n. 9-bis. Si rimanda, per ogni dettaglio relativo alle modifiche adottate, alla documentazione depositata e disponibile sul sito internet della società www.cattolica.it, alla sezione relativa all’Assembla.

* * *

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Giuseppe Milone dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

* * *

Il bilancio d’esercizio approvato dall’assemblea tenuta in data odierna, corredato della documentazione prevista dalle vigenti disposizioni, nonché il bilancio consolidato al 31 dicembre 2013, sono a disposizione del pubblico presso la sede sociale e sul sito internet della Società, www.cattolica.it. Il verbale dell’assemblea dei Soci sarà messo a disposizione entro i termini di legge presso la sede sociale e sul sito della Società sopra indicato.

Il Consiglio di Amministrazione sarà convocato il 14 maggio 2014 per l’approvazione del resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2014 del Gruppo Cattolica.  

___________

 

1 Da rilevare che l'utile consolidato normalizzato (che non include gli effetti dell’addizionale IRES dell’8,5% pari a 31 milioni di euro, nonché altre componenti straordinarie, quali svalutazioni su avviamenti ed altri attivi, al netto della shadow accounting e dei relativi effetti fiscali, per 27 milioni di euro, e plusvalenze realizzate, al netto degli effetti fiscali, pari a 13 milioni di euro) sarebbe stato pari a 109 milioni di euro. L’utile di Gruppo normalizzato sarebbe stato pari a 88 milioni di euro.

2 Si segnala che, con riferimento al periodo precedente, a seguito dell’entrata in vigore dall’1.1.13 dello Ias 19 revised in materia di Tfr, gli utili e le perdite attuariali sono stati riclassificati dal risultato economico (altre spese di amministrazione) alle voci di capitale e riserve. Con il nuovo Ias 19 il risultato consolidato al 31 dicembre 2012 è di 85 milioni e quello di Gruppo di 63 milioni (verso rispettivamente 84 milioni e 62 milioni pubblicati lo scorso dicembre 2012 con il precedente Ias 19).

3 Al netto delle quote di terzi.

4 Comprende i premi assicurativi e i contratti di investimento dei rami vita come definiti dall’IFRS 4.

5 Ante distribuzione di dividendo della Capogruppo. Include le proposta di distribuzione di dividendi delle controllate. Tenendo conto della proposta di dividendo approvata in data odierna, il margine di solvibilità è pari a 1,62 volte il minimo regolamentare.