Indietro

Cattolica Agricola e Loacker: un progetto di sviluppo per le nocciole italiane

  • Media
  • News
  • Cattolica Agricola e Loacker: un progetto di sviluppo per le nocciole italiane
Cattolica Agricola e Loacker: un progetto di sviluppo per le nocciole italiane
14 ottobre 2020
Cattolica Agricola e Loacker: un progetto di sviluppo per le nocciole italiane

Diversificazione e sperimentazione in campo agroalimentare. È questa la sfida del progetto Nocciole Loacker Veneto realizzato da Cattolica Agricola, società del Gruppo Cattolica Assicurazioni, in collaborazione con Loacker. Un plan avviato nel 2018 che prevede la messa a dimora di un noccioleto da 200 ettari nelle Tenute di Cattolica, a Roncade. Quella del nocciolo è una coltura che sta vivendo un rilevante trend di crescita, legato a una domanda in continuo aumento da parte delle aziende che richiedono sempre più prodotti di provenienza nazionale e da filiera controllata. Un tema affrontato lo scorso 9 ottobre nel corso del convegno “Il nocciolo, una nuova opportunità per gli agricoltori. Un progetto di Loacker e Cattolica Agricola”, tenutosi presso l’Auditorium della Tenuta di Ca’ Tron di Cattolica. “Cattolica è da sempre vicina al mondo dell’agricoltura. La nostra attività in questo progetto testimonia l’impegno nelle sperimentazioni agricole sostenibili e innovative, con una attenzione costante alla qualità del prodotto e all’impatto etico e positivo del lavoro – ha dichiarato Gino Benincà, Presidente di Cattolica Agricola -. Questo noccioleto, che si estenderà ulteriormente nei prossimi mesi, dà valore al progetto di diversificazione e sperimentazione che abbiamo avviato nelle nostre Tenute, che con oltre duemila ettari rappresentano un territorio unico in Italia per biodiversità, qualità dei raccolti e sostenibilità ambientale complessiva”. “Per soddisfare il proprio fabbisogno di nocciole Made in Italy e avere materie prime di origine controllata, Loacker nel 2014 ha avviato il piano a lungo termine “Noccioleti Italiani” che ad oggi interessa varie regioni dalla Toscana al Lazio, dall’Umbria alle Marche, dal Friuli Venezia-Giulia  al Veneto – ha ricordato Felix Niedermayr, Responsabile Sviluppo Agrario di Loacker – Qui abbiamo ottenuto il fondamentale supporto di Cattolica Agricola che sin da subito ha creduto nel progetto e ci ha permesso di mettere a dimora i primi noccioleti”. Un incontro che ha visto la partecipazione del Professor Valerio Cristofori dell’Università La Tuscia di Viterbo e di Elio Tronchin, Responsabile area cooperazione e filiere Impresa Verde Treviso-Belluno Srl che hanno proposto spunti di riflessione sulle modalità di impianto e sulle opportunità che la corilicoltura è in grado di offrire.