Indietro

Cattolica Assicurazioni e Fondazione Cattolica donano oltre due milioni di euro alle realtà coinvolte nell'emergenza Coronavirus

  • Media
  • Comunicati Stampa
  • Cattolica Assicurazioni e Fondazione Cattolica donano oltre due milioni di euro alle realtà coinvolte nell'emergenza Coronavirus
Cattolica Assicurazioni e Fondazione Cattolica donano oltre due milioni di euro alle realtà coinvolte nell'emergenza Coronavirus
08 aprile 2020 - Ora di diffusione: 16:11

Il fondo stanziato verrà destinato agli ospedali di Verona, Milano, Brescia, Bergamo e Roma, oltre che alla CEI, alla Caritas e ad altre realtà socio-sanitarie e assistenziali

Verona, 8 aprile 2020. Cattolica Assicurazioni e Fondazione Cattolica hanno stanziato un fondo del valore di oltre due milioni di euro in favore delle realtà, territoriali e nazionali, che in queste settimane si stanno adoperando per far fronte all’emergenza Covid-19.

In particolare, il Gruppo Cattolica ha donato 500mila euro a sei ospedali di Lombardia e Veneto, due tra le Regioni italiane più colpite dalla crisi sanitaria in corso: un finanziamento destinato all’acquisto di strumentazioni e materiali Dpi (Dispositivi di protezione individuale) utili a potenziare i reparti di terapia intensiva e sub-intensiva delle strutture, contribuendo a rendere più sicuro il lavoro quotidiano di medici, infermieri e OSS.

Nel concreto, all’AUSSL 9 di Verona sono stati consegnati 5 ecografi portatili mentre l’Ospedale Sacco di Milano è stato dotato di un sistema di monitoraggio per la terapia sub-intensiva. L’IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria Negrar di Verona, gli Spedali Civili di Brescia, l’ASST Papa Giovanni XXIII e la Fondazione Humanitas per la Ricerca di Bergamo hanno invece impiegato i fondi per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale come mascherine e camici, di tecnologie per le terapie intensive, tra cui ventilatori polmonari, sistemi di telemetrie per il monitoraggio dei pazienti e caschi C-PAP (Continuous Positive Airway Pressure), e per l’allestimento di nuove postazioni di terapia intensiva.

Fondazione Cattolica ha inoltre stanziato 1,5 milioni di euro di contributi per una serie di realtà che si rispecchiano nella visione etica e ispirata alla Dottrina sociale della Chiesa della Compagnia. In particolare, sono stati donati 150mila euro alla Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma, che ha messo a disposizione del Servizio Sanitario della Regione Lazio una intera struttura ospedaliera COVID2 HOSPITAL al Columbus ed è ora impegnata nell’attivazione di posti letto dotati di sistemi di monitoraggio respiratorio dei pazienti Covid-19.

Alla CEI e alla Caritas sono stati destinati fondi per, rispettivamente, 100mila e 50mila euro, che permetteranno di offrire un sostegno concreto alle persone maggiormente vulnerabili e in difficoltà economiche a causa delle conseguenze dell’emergenza sanitaria in corso.

Con preciso riferimento al contesto scolastico, è stato previsto anche un finanziamento a supporto della rete delle scuole cattoliche italiane e dei centri formativi FIDAE che, a seguito dell’emergenza Covid-19 e delle relative disposizioni normative, si trovano nella necessità di attivare la didattica a distanza. Attraverso questa misura verrà data la possibilità alle strutture di dotarsi delle attrezzature informatiche di cui hanno bisogno, con lo scopo di includere gli studenti e proseguire con l’attività formativa.

Il resto del fondo andrà ad altre imprese sociali per le quali si è reso necessario attivare forme di sostegno per il prosieguo delle attività anche in questo difficile momento. Grazie all’impegno di Fondazione Cattolica tali realtà potranno riorganizzarsi per continuare a rispondere in modo adeguato ai bisogni sociali di un mondo che sta cambiando.