Indietro

Cattolica Assicurazioni in campo con ChievoVerona For Special

  • Media
  • News
  • Cattolica Assicurazioni in campo con ChievoVerona For Special
Cattolica Assicurazioni in campo con ChievoVerona For Special
11 febbraio 2020

 

Lunedì 11 febbraio, al Bottagisio Sport Center, si è svolta la presentazione ufficiale del nuovo campionato del ChievoVerona For Special, squadra di calcio formata da giovani atleti con disabilità sostenuta da Cattolica, che ne ha sposato finalità e obiettivi. Alla conferenza stampa, accanto all’intero team del Calcio Disabili dell’A.C. ChievoVerona, erano presenti il Direttore marketing della Compagnia, Francesco Minelli, il Presidente del Chievo Luca Campedelli, il direttore del Bottagisio Sport Center Corrado di Taranto, e i due giocatori della prima squadra Riccardo Meggiorini e Nicolas Frey. ChievoVerona For Special, che nel 2020 rinnova l’attività per la quarta stagione consecutiva, è formato da 19 giocatori - 17 maschi e 2 femmine - capitanati da Nicolò Santi e allenati da Francesco Pirmati, Riccardo Rossi, Angela Coppola, Stefano Invento e Luca Sacchetto e coordinati da Riccardo Pasqualini.

La partnership siglata con la Squadra Calcio Disabili di una delle società sportive più note di Verona - ha commentato Francesco Minelli, Direttore Marketing di Cattolica Assicurazioni a margine della presentazione - segna una ulteriore occasione per sottolineare il rapporto privilegiato di Cattolica con il territorio a cui appartiene ma anche la peculiare attenzione che, da sempre, la Compagnia rivolge a tutte quelle istituzioni che si impegnano nel costituire e dare spazio a realtà inclusive di sport e divertimento, in un’ottica di solidarietà e di coesione sociale: valori fondanti e coerenti con il modo di operare di Cattolica. Con l’avvio di questo progetto, non possiamo che augurare ai giovani atleti del team una stagione ricca di successi e soddisfazioni auspicando che altri enti imprenditoriali e istituzioni del territorio contribuiscano alla crescita di tutte quelle realtà che fanno dello sport un mezzo per affermare la centralità dell’uomo e del suo valore al di là di situazioni di particolare disagio e difficoltà”.