Indietro

Determinazioni assunte dal Consiglio di Amministrazione del 5 aprile 2016 in relazione alla lista presentata dai Soci Sabrina Cova Minotti e altri

  • Investor Relations
  • Comunicati
  • Determinazioni assunte dal Consiglio di Amministrazione del 5 aprile 2016 in relazione alla lista presentata dai Soci Sabrina Cova Minotti e altri
Determinazioni assunte dal Consiglio di Amministrazione del 5 aprile 2016 in relazione alla lista presentata dai Soci Sabrina Cova Minotti e altri
05 aprile 2016 - Ora di diffusione: 19:30

Verona, 5 aprile 2016

Il Consiglio di Amministrazione, nel corso della verifica dell’ammissibilità dell’unica lista presentata dai Soci (Sabrina Cova Minotti e altri) – sulla scorta di due distinti pareri legali dei proff. Marchetti e Cera, dagli esiti tra loro sostanzialmente coincidenti – ha constatato che la predetta lista dei Soci non è conforme a varie prescrizioni di legge e statutarie in quanto, in particolare e tra l’altro:

(i) indica un candidato che non riveste la qualità di Socio in difformità dallo statuto che richiede tale requisito per gli amministratori;

(ii) indica un candidato residente in provincia di Vicenza anziché due in difformità dei requisiti di provenienza territoriale previsti dallo statuto;

(iii) reca la precisazione per cui “l’elezione degli eventuali residenti nella provincia di Vicenza sarà effettuata tra quelli designati dalla Banca Popolare di Vicenza S.p.A. ai sensi dell’art. 33.3 lett. a) dello Statuto della Società” in difformità dal requisito di legge e statuto per cui un candidato non può far parte di più liste.

Il Consiglio ha rilevato che dai predetti pareri legali si evince che la lista predetta potrebbe porsi in contrasto con le ragioni del meccanismo del voto di lista ed essere foriera di diverse criticità applicative.

In ogni caso, il Consiglio di Amministrazione – preso peraltro atto del parere del Collegio Sindacale che ha constatato i vari profili di non conformità allo statuto della predetta lista dei Soci - in base ad un cautelare favore per il sistema del voto per liste ed in difetto di consolidati specifici precedenti, non ha ritenuto di escludere dalla votazione la predetta lista, fatta salva ovviamente ogni iniziativa che nelle sedi competenti i Soci, aventi i requisiti richiesti, ritenessero di assumere, come pure la sovranità dei Soci per ogni definitiva decisione. Il Consiglio di Amministrazione, su conforme parere del Collegio Sindacale, ha comunque sin d’ora rilevato l’ineleggibilità del candidato inserito al n. 17 di detta lista, che non riveste la qualità di Socio, e altresì l’impossibilità di recepire nella lista presentata dai Soci, con il richiamo di cui sopra sub (iii), due candidati della lista presentata a norma di statuto dal Consiglio di Amministrazione.