Indietro

Il neoeletto CdA di Cattolica Assicurazioni attribuisce le cariche sociali e nomina i comitati endoconsiliari

  • Investor Relations
  • Comunicati
  • Il neoeletto CdA di Cattolica Assicurazioni attribuisce le cariche sociali e nomina i comitati endoconsiliari
Il neoeletto CdA di Cattolica Assicurazioni attribuisce le cariche sociali e nomina i comitati endoconsiliari
14 maggio 2021 - Ora di diffusione: 16:51

Davide Croff nominato Presidente, Carlo Ferraresi confermato Amministratore Delegato

Camillo Candia e Luigi Migliavacca Nominati rispettivamente Vice Presidente Vicario e Vice Presidente

Verona, 14 maggio 2021. Il Consiglio di Amministrazione di Cattolica Assicurazioni, riunitosi al termine dell’odierna Assemblea degli Azionisti, ha proceduto alla verifica dei requisiti di indipendenza previsti dalla normativa vigente e dallo Statuto sociale in capo ai consiglieri neonominati.

Il Consiglio ha, pertanto, qualificato tutti gli amministratori come indipendenti in base all’articolo 148, terzo comma, del d.lgs. n 58/1998, eccetto l’Amministratore Delegato e il consigliere Giulia Staderini. Inoltre, tutti i consiglieri, ad eccezione dell’Amministratore Delegato Carlo Ferraresi, e del consigliere Giulia Staderini, hanno dichiarato di possedere i requisiti di indipendenza previsti dal Codice di Corporate Governance di Borsa Italiana S.p.A. a cui la Società ha aderito. Risulta quindi rispettato quanto previsto dall’art. 20.2 dello Statuto sociale in base al quale almeno 10 Amministratori devono possedere i requisiti di indipendenza stabiliti dall’art. 148, terzo comma, del d.lgs. n 58/1998, oltre quanto previsto dalla normativa di autodisciplina.

Inoltre, Il Consiglio di Amministrazione ha attribuito le cariche sociali agli amministratori eletti dalla medesima Assemblea.

Davide Croff è stato nominato Presidente, Carlo Ferraresi è stato confermato Amministratore Delegato, Camillo Candia è stato nominato Vice Presidente Vicario, Luigi Migliavacca è stato nominato Vice Presidente; Roberto Lancellotti (Presidente), Paolo Andrea Rossi e Cristiana Procopio, sono stati nominati membri del neo costituito Comitato per le Nomine e la Remunerazione. Camillo Candia (Presidente) Luigi Migliavacca, Laura Santori, Roberto Lancellotti e Daniela Saitta sono stati nominati membri del Comitato Controllo e Rischi. Laura Ciambellotti (Presidente), Luigi Migliavacca ed Elena Vasco sono stati nominati membri del Comitato Parti Correlate. Giulia Staderini (Presidente), Stefano Gentili e Camillo Candia, sono stati nominati membri del Comitato per il Governo Societario e la Sostenibilità.

Il neoeletto Presidente di Cattolica Assicurazioni, Davide Croff, ha dichiarato: “Desidero ringraziare gli Azionisti per la fiducia che hanno riposto nel Consiglio che oggi è stato eletto. Il mio impegno personale, e sono sicuro di tutti i Consiglieri, sarà quello di onorare al meglio l’importante incarico che ci è stato assegnato. Voglio inoltre estendere i ringraziamenti a quanti hanno fin qui contribuito ad amministrare la società dandoci in consegna l'onore e l'onere di guidare una compagnia che costituisce un tassello importante nel panorama assicurativo del Paese e un patrimonio culturale del territorio di riferimento.

Come Società, e in particolare come Consiglio, ci aspetta un futuro molto impegnativo, ma certamente ricco di opportunità per tutti gli stakeholder (azionisti, management e dipendenti, clienti, rete agenziale, territorio, istituzioni).

Al riguardo intravedo tre riferimenti principali nel nostro agire come Consiglio: 1) La governance della Compagnia: proseguiremo sulla linea dei cambiamenti identificati ed avviati, necessari per proiettare la stessa nel futuro, senza disperderne i valori fondanti; 2) il posizionamento futuro di Cattolica alla luce delle evoluzioni del mercato, in ottica di creazione di valore per tutti gli stakeholder; 3) la sostenibilità: ritengo sia doveroso individuare e realizzare un percorso che consenta a Cattolica di dare un contributo originale e concreto ad una tematica di grande rilievo, soprattutto in considerazione della natura dei servizi che la Compagnia è chiamata ad offrire a individui e comunità”.