Indietro

RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA 2020

Commento dell'Amministratore Delegato

Commento dell'Amministratore Delegato

 

I risultati del primo semestre 2020 confermano la capacità del Gruppo di far fronte a eventi di portata eccezionale, come quelli avvenuti da inizio anno a livello globale. In un contesto completamente nuovo e sfidante, Cattolica da un lato ha confermato le guidance per l’anno conseguendo risultati operativi solidi e in crescita rispetto al 2019, e dall’altro ha definito un accordo di portata storica con Generali.

 

Forti del sostegno dei Soci, che in Assemblea si sono espressi a favore dell’aumento di capitale e della trasformazione della Società in SpA, lavoreremo nei prossimi mesi per il rafforzamento patrimoniale e la contestuale partnership con Generali, proseguendo nell’impegno di creare valore per tutti gli stakeholder.

Carlo Ferraresi

Continua a leggere

Highlights di Gruppo

L’area di consolidamento comprende, oltre alla Capogruppo assicurativa, undici società assicurative, di cui una società di riassicurazione, una holding di partecipazioni, una società di servizi immobiliari, sette società di servizi, due società del settore agricolo-immobiliare e sei fondi di investimento immobiliare. 

Raccolta totale
2.835
mln € (-13,3%)
Risultato operativo
217
mln € (+38,6%)
Risultato consolidato
28
mln € (-62,5%)
Roe operativo
11,5%
(+2,9 pp)
Solvency II Ratio
141%
 
SEGMENTO DANNI
Raccolta lavoro diretto danni
1.048
mln € (-3,8%)
Risultato operativo
147
mln €(+67,8%)
Combined ratio lavoro conservato
87,1%
(-6,3 pp)
 
SEGMENTO VITA
Raccolta lavoro diretto vita
1.776
mln € (-18,2%)
Risultato operativo
72
mln € (+1,6%)
 
I NOSTRI DISTRIBUTORI
Agenzie
1.378
Sportelli
5.956
Promotori finanziari
724
 
 

Quota di mercato

Dati e Grafici

È possibile consultare i dati scegliendo la modalità di visualizzazione (grafico o tabella), il set di indicatori di interesse e il periodo, selezionando gli anni nel menù a tendina. Per visualizzare i dati numerici è sufficiente toccare le barre dell’istogramma.
Cliccando sugli indicatori presenti nella legenda sotto al grafico è possibile inoltre escluderne la visualizzazione.
Scegli la visualizzazione
Scegli il set di indicatori
Scelta multipla
Scegli il periodo
Scelta multipla

    30/06/16 30/06/17 30/06/18 30/06/19 30/06/20
PRINCIPALI INDICATORI ECONOMICI DATI ESPRESSI IN MILIONI          
Raccolta totale   2.528 2.624 2.955 3.268 2.835
Raccolta lavoro diretto danni   996 1.004 1.058 1.090 1.048
Raccolta lavoro diretto vita   1.526 1.613 1.892 2.171 1.776
Risultato operativo   - - 149 156 217
Risultato consolidato   25 8 63 76 28
Risultato di Gruppo   17 1 51 61 10
    31/12/16 31/12/17 31/12/18 31/12/19 30/06/20
PRINCIPALI INDICATORI PATRIMONIALI DATI ESPRESSI IN MILIONI          
Investimenti   21.591 23.285 31.502 33.402 32.450
Riserve tecniche nette riass.   18.797 19.969 28.262 30.273 29.572
Patrimonio netto consolidato   2.114 2.108 2.255 2.351 2.322
Patrimonio netto di Gruppo   1.855 1.846 1.780 1.894 1.864
    30/06/16 30/06/17 30/06/18 30/06/19 30/06/20
PRINCIPALI RATIO DI GRUPPO DATI ESPRESSI IN PERCENTUALE          
Combined ratio lavoro conservato   92,5 93,4 92,6 93,4 87,1
Roe operativo   - - 8,1 8,6 11,5
    31/12/16 31/12/17 31/12/18 31/12/19 30/06/20
SOLVENCY II RATIO DATI ESPRESSI IN PERCENTUALE          
Solvency II Ratio   1,86 2,39 1,71 1,75 1,41

Personale e rete distributiva

È possibile consultare i dati seguenti scegliendo la modalità di visualizzazione tra tabelle singole o grafico unitario.
Scegli la visualizzazione

Dipendenti

31/12/16 31/12/17 31/12/18 31/12/19 30/06/20
1.568 1.579 1.692 1.778 1.787

Dipendenti Fte

31/12/16 31/12/17 31/12/18 31/12/19 30/06/20
1.508 1.517 1.631 1.717 1.729

Agenzie

31/12/16 31/12/17 31/12/18 31/12/19 30/06/20
1.496 1.494 1.444 1.395 1.378

Sportelli bancari

31/12/16 31/12/17 31/12/18 31/12/19 30/06/20
5.649 5.064 6.054 6.075 5.956

Promotori finanziari

31/12/16 31/12/17 31/12/18 31/12/19 30/06/20
906 800 733 737 724

Operazioni di rilievo del periodo

Gennaio

Il 16 gennaio il Consiglio di Amministrazione di Cattolica ha approvato la modifica organizzativa di vertice della Capogruppo, resasi opportuna a seguito dell’assegnazione a Carlo Ferraresi, Direttore Generale di Cattolica, delle deleghe già dell’Amministratore Delegato. È stata istituita una Condirezione Generale Area Assicurativa a riporto di Carlo Ferraresi e sotto la responsabilità di Valter Trevisani, nominato Condirettore Generale Area Assicurativa.
Nella stessa data il Consiglio di Amministrazione di Cattolica ha deliberato, accogliendo la richiesta di alcuni soci, pervenuta il 18 dicembre 2019, di convocare l’Assemblea straordinaria dei soci di Cattolica Assicurazioni per il 6 marzo 2020, in prima convocazione, e il giorno successivo, 7 marzo 2020, in seconda convocazione, secondo l’ordine del giorno proposto dagli stessi soci richiedenti: “Nuove regole di governo societario: modificazioni, eliminazione e integrazioni agli articoli 1, 22, 23, 24, 27, 29, 30, 31, 32, 33, 37, 38, 39, 40, 41, 43, 46, 47, 48, 59 dello statuto sociale. Delibere inerenti e conseguenti”.

Febbraio

Il 20 febbraio la Capogruppo ha perfezionato l’acquisto del 40% di ABC Assicura S.p.A. da Banca Popolare di Vicenza in Liquidazione Coatta Amministrativa. A seguito dell’acquisizione, Cattolica detiene il 100% del capitale sociale di ABC Assicura. L’operazione si è inserita nel più ampio contesto di razionalizzazione e semplificazione del Gruppo Cattolica e non ha comportato impatti significativi sulla posizione di solvibilità del Gruppo Cattolica.

Il 25 febbraio il Consiglio di Amministrazione, valutata la situazione venuta a determinarsi in conseguenza della nota emergenza epidemiologica da Covid-19, ha disposto, a causa della circostanza oggettiva sopravvenuta, la revoca della convocazione dell’Assemblea straordinaria prevista per il 6/7 marzo 2020 e ha rinviato l’adunanza alla data del 24/25 aprile 2020, in concomitanza con la programmata Assemblea dei Soci per l’approvazione del bilancio.

Nel mese di febbraio 2020, Cattolica ha aumentato, tramite acquisti sul mercato azionario effettuati, la partecipazione detenuta in UBI S.p.A. dal precedente 0,50% (posseduto da lungo tempo) sino a raggiungere l’1,01%, superando così la soglia dell’1% prevista dal Patto per la nomina di un membro nel suddetto Comitato Azionisti di Riferimento (CAR).
Il 26 febbraio la Capogruppo ha reso noto di aver ricevuto accettazione da parte del Comitato CAR, Comitato Azionisti di Riferimento UBI, relativamente all’adesione al Patto parasociale di consultazione avente ad oggetto azioni di UBI Banca S.p.A..

Aprile

Il Consiglio di Amministrazione di Cattolica del 7 aprile ha accettato le dimissioni del dottor Enrico Mattioli, vice-direttore generale e CFO del Gruppo sino al 30 aprile 2020, nominando, a partire dal 1° maggio, il dottor Atanasio Pantarrotas nuovo CFO del Gruppo, assegnandogli tutte le deleghe previste dal ruolo. In data 30 aprile, il dottor Pantarrotas è stato altresì nominato quale Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari.

Maggio

Il Consiglio di Amministrazione di Cattolica del 15 maggio ha deliberato la convocazione dell’Assemblea Straordinaria e Ordinaria dei Soci per i giorni 26 e 27 giugno 2020, rispettivamente in prima e seconda convocazione.
Nella Parte Straordinaria, le proposte di modifica hanno riguardato vari articoli inerenti la composizione e il funzionamento del Consiglio di Amministrazione e recepiscono alcune indicazioni provenienti dai Soci Francesco Brioschi, Massimiliano Cagliero, Giuseppe Lovati Cottini, Credit Network & Finance S.p.A. e SH64 S.r.l., i quali, in data 18 dicembre 2019, avevano richiesto la convocazione dell’Assemblea straordinaria con all’ordine del giorno una proposta di varie modifiche dello Statuto: tale Assemblea straordinaria, prima convocata per il 6/7 marzo 2020 è stata poi rinviata per la nota emergenza Covid-19.
È stato altresì proposto all’Assemblea dei Soci di attribuire al consiglio di amministrazione la delega, ex art. 2443 cod. civ., ad aumentare a pagamento e in via scindibile, in una o più volte, il capitale sociale entro il 30 giugno 2025, per un importo massimo complessivo di 500 milioni, comprensivo di eventuale sovrapprezzo.
In osservanza alle raccomandazioni degli Organi di Vigilanza nel contesto generato dalla pandemia, il Consiglio di Amministrazione della Capogruppo ha proposto di non procedere alla distribuzione di dividendo, con assegnazione del risultato 2019 a riserve.

Il 27 maggio Cattolica ha ricevuto una lettera inviata dall’IVASS con riguardo all’andamento della situazione di solvibilità del Gruppo Cattolica. In particolare, l’Istituto di Vigilanza ha rilevato la necessità di interventi di patrimonializzazione mediante l’utilizzo integrale della delega proposta all’Assemblea Straordinaria dei soci convocata per il 26/27 giugno 2020, pari ad un aumento di capitale di 500 milioni da effettuarsi entro l’inizio dell’autunno. In tale ambito è stata altresì richiesta, entro fine luglio, la presentazione all’Istituto di un piano a livello di Gruppo che descriva le azioni intraprese con riferimento anche alle controllate, riguardanti in particolare il monitoraggio della posizione di solvibilità, di liquidità, oltre ad un’analisi della scelta dei limiti di Risk Appetite Framework oltreché alcune integrazioni ed estensioni nelle analisi e nelle misure del cosiddetto “Piano di emergenza rafforzato”. Infine, l’IVASS ha richiesto di sospendere la corresponsione della componente variabile della remunerazione a favore degli esponenti aziendali.

Giugno

Il 4 giugno Cattolica, dopo aver ottenuto le necessarie autorizzazioni da parte delle competenti Autorità, ha effettuato il closing dell’operazione di acquisizione del 40% di Cattolica Life da Banca Popolare di Vicenza in Liquidazione Coatta Amministrativa e la contestuale cessione del 100% della medesima società al gruppo riassicurativo Monument Re. La cessione di Cattolica Life si inserisce nel più ampio contesto di razionalizzazione e semplificazione del Gruppo Cattolica e non ha effetti materiali sul Solvency II ratio.

Il 5 giugno, con riferimento alla scadenza degli accordi di bancassurance vita con UBI Banca, Cattolica Assicurazioni ha concordato il posticipo al 30 giugno 2021 della scadenza degli accordi distributivi in essere. Viene posticipato anche il termine per l’eventuale comunicazione da una delle parti della disdetta degli accordi (che, in mancanza di disdetta, si rinnoverebbero alle condizioni attualmente stabilite), con conseguente slittamento dei termini per la comunicazione dell’eventuale esercizio dei meccanismi opzionali associati a tale evento.

Il 24 giugno la Capogruppo e Assicurazioni Generali S.p.A. (di seguito “AG”) hanno sottoscritto un accordo che prevede l’avvio di una partnership strategica con contenuti industriali e commerciali diretta a:

  1. generare opportunità e benefici diretti immediati per i due Gruppi su quattro aree strategiche di business: Asset management, Internet of Things, Business salute e riassicurazione, con accordi attuativi ad hoc;
  2. un progetto di rafforzamento patrimoniale di Cattolica, con la previsione, nell’ambito dell’aumento di capitale in esercizio della delega al Consiglio di Amministrazione sottoposta all’approvazione dell’Assemblea straordinaria dei Soci del 26/27 giugno 2020, di una tranche di aumento di capitale riservato ad AG per 300 milioni, che verrà deliberata unitamente ad un’ulteriore tranche da offrire in opzione a tutti gli azionisti e che AG avrà facoltà di sottoscrizione pro quota. L’impegno alla sottoscrizione della tranche di aumento di capitale riservata ad AG è stato subordinato tra l’altro alla trasformazione in società per azioni di Cattolica, che è stata sottoposta ed approvata dell’Assemblea Straordinaria dei Soci del 31 luglio u.s..

L’Accordo prevede che:

  • la trasformazione di Cattolica in società per azioni abbia efficacia dal 1° aprile 2021;
  • siano adottati, nella fase ante trasformazione, diritti statutari rafforzati di AG nell’Assemblea dei Soci e nel Consiglio di Amministrazione di Cattolica in relazione a determinate materie rilevanti, nonché la nomina di tre amministratori espressi da AG.

 

Il 27 giugno si è tenuta l’Assemblea straordinaria e ordinaria dei Soci di Cattolica Assicurazioni che ha approvato tutti i punti all’ordine del giorno, inclusa la delega al Consiglio di Amministrazione per l’aumento di capitale.
In particolare, l’Assemblea ha deliberato di conferire a PriceWaterHouseCoopers S.p.A., per il novennio 2021 – 2029, l’incarico di revisione legale dei conti e, ai sensi di quanto previsto dal regolamento IVASS 3 luglio 2018, n. 38, ha approvato le Politiche di Remunerazione per l’esercizio 2020 con riferimento al Gruppo e a Cattolica relative agli organi sociali, al personale rilevante e ad altri soggetti contemplati quali destinatari di principi generali da parte del Regolamento stesso.

In collegamento alla partnership con AG e in funzione del percorso di patrimonializzazione a seguito delle indicazioni dell’Autorità di Vigilanza, il Consiglio di Amministrazione del 29 giugno ha deliberato di procedere alla convocazione dell’Assemblea Ordinaria e Straordinaria dei Soci per il 30 e 31 luglio 2020, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Le deliberazioni sottoposte all’Assemblea Straordinaria dei Soci hanno riguardato:

  1. la proposta di trasformazione di Cattolica in società per azioni e l’adozione di un interamente rinnovato testo statutario tipico di tale modello, con individuazione delle modalità di esercizio del diritto di recesso riconosciuto ai Soci e agli Azionisti;
  2. la proposta di talune modifiche statutarie relative all’attuale governance di Cattolica, aventi tuttavia applicazione nella fase precedente all’efficacia della pure deliberata trasformazione di Cattolica in società per azioni.

In sede ordinaria, l’Assemblea è stata chiamata a deliberare, con candidature sulla base di liste secondo le vigenti disposizioni legislative e statutarie, la nomina di un amministratore in sostituzione di un esponente cessato.