La governance della CSR di Gruppo

A poco più di un anno dalla costituzione della funzione CSR e Osservatori, a diretto riporto della Direzione Comunicazione e Relazioni istituzionali, la governance della CSR di Gruppo si è rapidamente sviluppata, attraverso la costituzione di organismi interni, coinvolti a vario titolo nei processi decisionali ed operativi, con una particolare attenzione nel coniugare le esigenze peculiari della Compagnia e l’efficienza del modello organizzativo, anche traendo ispirazione da alcune best practice di successo.

In tale ambito, è stata attribuita particolare attenzione allo sviluppo di una cultura della sostenibilità diffusa all’interno dell’azienda e agita nei ruoli chiave di governo societario.

 

 

L’assetto attuale del governo della CSR di Gruppo, schematicamente rappresentato nell'immagine, si articola in estrema sintesi attorno ad alcuni attori fondamentali.

Direzione Comunicazione e Relazioni Istituzionali: svolge il ruolo di gestione e coordinamento complessivi - mediante la funzione CSR e Osservatori - delle attività di CSR del Gruppo, tra cui particolare rilevanza assume l’attività di predisposizione e redazione della DNF. Promuove una cultura aziendale orientata alla sostenibilità, incentiva l’adozione di best practice e persegue un percorso di costante miglioramento.


Team inter-funzionale CSR: sotto la guida della funzione CSR e Osservatori, svolge un ruolo di collegamento tra la Direzione e i singoli soggetti responsabili di dati e informazioni (data owner), facenti parte delle funzioni aziendali coinvolte, assicurando la puntuale ed efficiente trasmissione dei dati quali-quantitativi necessari per la redazione della DNF.
Istituito nel 2018, rappresenta uno dei primi passi verso una governance della CSR condivisa e diffusa.


Comitato per il Governo Societario e la Sostenibilità: è il comitato endoconsiliare, cui è stata assegnata, tra le altre, la competenza in materia di sostenibilità. Ha funzioni propositiva, consultiva e di indirizzo in merito alla strategia, alle politiche e alle attività di Corporate Social Responsibility del Gruppo Cattolica. Il Comitato ha assunto tale ruolo nel corso del 2018, a testimonianza della nuova sensibilità degli organi di governo societario per le tematiche di sostenibilità.


Consiglio di Amministrazione: ad esso spetta l’approvazione della Dichiarazione non finanziaria (DNF), entro gli stessi termini previsti per la presentazione del progetto di bilancio, e la messa a disposizione del documento alla società di revisione incaricata e all’organo di controllo. Quale organo supremo di governo societario, al Consiglio spetta inoltre l’approvazione degli atti e delle iniziative di CSR che rientrano nel proprio ambito decisionale (ad esempio la policy di sostenibilità).


Amministratore Delegato: ha la responsabilità di esaminare la DNF prima della condivisione con il Comitato per il Governo Societario e la Sostenibilità e rappresenta un punto di riferimento costante per le attività della funzione, da cui è regolarmente aggiornato sulle iniziative in corso e programmate.