La governance della CSR di Gruppo

L’assetto di governo della CSR si è di recente aggiornato, di pari passo con alcune modifiche della struttura organizzativa, preservando l’attribuzione trasparente di funzioni e responsabilità e rinforzando i legami con il vertice aziendale, al fine di ottimizzare i processi di valutazione, deliberazione e implementazione di iniziative e attività, con un’attenzione ai benchmark di mercato e alle best practice prevalenti.

Il modello attuale di governo è rappresentato nello schema seguente.

 

Funzione Corporate Sustainability and Responsibility: opera all’interno dell’area Comunicazione e ha il compito di promuovere e coordinare le attività e le iniziative di CSR, tra cui particolare rilevanza assume la redazione della Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario (di seguito anche DNF). La funzione ha inoltre il compito di favorire la diffusione di una cultura aziendale orientata alla sostenibilità e di incentivare l’adozione e la diffusione di best practice all’interno del Gruppo.

Team inter-funzionale CSR: sotto la guida della funzione CSR, svolge un ruolo di collegamento tra la funzione stessa e i singoli soggetti responsabili di dati e informazioni (data owner), facenti parte delle molteplici funzioni aziendali, assicurando la puntuale e efficiente trasmissione dei dati quali-quantitativi necessari per la redazione della DNF. Il Team rappresenta uno snodo fondamentale per un governo della sostenibilità condiviso e diffuso.

Comitato per il Governo Societario e la Sostenibilità: è il comitato endoconsiliare, cui è stata assegnata, tra le altre, la competenza in materia di sostenibilità e responsabilità d’impresa. Svolge una funzione propositiva, consultiva e di indirizzo in merito alla strategia, alle politiche e alle attività di corporate sustainability del Gruppo Cattolica.

Consiglio di Amministrazione: è di sua pertinenza l’approvazione della DNF. Quale organo supremo di governo, al Consiglio spetta inoltre l’approvazione degli atti e delle iniziative di CSR che rientrano nel proprio ambito decisionale.

Direttore Generale: esamina la DNF prima della condivisione con il Comitato per il Governo Societario e la Sostenibilità e rappresenta un punto di riferimento per le attività della funzione CSR, da cui è regolarmente aggiornato sulle iniziative in corso e programmate.