La sostenibilità del futuro

Il 2020 è stato il terzo e ultimo anno di svolgimento del Piano Industriale 2018-2020, caratterizzato da un orientamento strategico che ha avuto nel concetto di “crescita profittevole” la sua linea guida principale. L’idea della creazione di valore nel tempo ha orientato le scelte aziendali e preparato il terreno per una nuova fase progettuale e operativa, direttamente connessa alla trasformazione societaria e alla nuova governance.

Tra gli obiettivi fissati dal Piano, pur in uno scenario reso complesso dal perdurare della situazione pandemica, sono stati raggiunti alcuni significativi risultati,tra cui un utile operativo di 411,7 milioni, superiore all’intervallo di 375 - 400 milioni inizialmente previsto*, e il mantenimento di un Solvency II Ratio superiore al valore atteso (tra 160% e 180%), soprattutto grazie all’aumento di capitale effettuato nel 2020.

Nel mese di gennaio 2021 è stato approvato il nuovo piano “rolling” per il triennio 2021-2023, che presenta una strategia basata su tre principi chiave:

  • consolidamento, con il completamento delle iniziative in corso e degli andamenti tecnici dei rami danni e della rete agenziale;
  • focalizzazione, mediante lo sviluppo di selezionate iniziative strategiche e il rilancio della redditività del business vita;
  • sostenibilità, con iniziative sulle Tenute di Cattolica, il rafforzamento dell’orientamento ESG e l’ampliamento delle attività di CSR.

 

*Ridotto nel marzo 2020 a un range compreso tra 350 e 375 milioni per effetto del mutato scenario indotto dall’emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19