Piano industriale 2018-2020

Cattolica 2020: una storia in evoluzione

 

 

  • Trasformare Cattolica in una realtà più innovativa, più agile e pronta per le sfide future.
  • Rafforzare e diversificare il business model, confermare posizionamento e vocazione di vicinanza a famiglie e imprese.
  • Incrementare il valore generato per tutti gli stakeholder.

 

Driver di crescita

Il Piano Industriale 2018-2020 si pone l’obiettivo di rendere Cattolica un Gruppo più innovativo, agile e reattivo, pronto a cogliere le sfide e le opportunità di un mercato sempre più competitivo, in un contesto macroeconomico ancora sfidante.

 

I pilastri del Piano

La strategia del Piano poggia su tre pilastri: crescita profittevole, eccellenza tecnica e innovazione & data management. Trasversale alle azioni strategiche e alla base dei pilastri del Piano si pone l’azione di semplificazione e trasformazione culturale della Compagnia. L’azione combinata di questi driver mira a valorizzare i punti di forza già propri della Compagnia e consente di aumentare le performance.

 

Cattolica può contare su cinque asset chiave da valorizzare nel Piano:

  1. Base clienti ampia e fede (3,6M di clienti con focus su famiglie e PMI; +1pp retention RCA vs mercato.
  2. Capillarità canali distributivi (1.500 agenzie diffuse su tutto il territorio; Partnership con 2 delle top 5 banche1).
  3. Redditività Auto (-4,5pp loss ratio RCA rispetto al mercato2; 4,9% frequenza Auto vs 6,2% mercato3.
  4. Posizionamento su segmenti distintivi (Referente per il mondo agroalimentare; 8.500 enti del terzo settore assicurati).
  5. Solidità patrimoniale (-9pp indebitamento vs media principali player; SII ratio>180%).

 

Cinque opportunità di miglioramento per la Compagnia:

  1. Innovazione (Livello di digitalizzazione limitato; Offerta tradizionale).
  2. Mix prodotto e canale (46% clienti monoprodotto Auto; Prevalenza prodotti Vita tradizionali; Canale broker da rafforzare).
  3. Redditività Non Auto (CoR Danni non Auto 8pp superiore al mercato).
  4. Redditività Vita (Utile su riserve limitato).
  5. Produttività (Bassa automazione dei processi; Elevata complessità operativa).

 

Il Piano trasformerà profondamente il Gruppo grazie alle azioni individuate per ciascun pilastro della strategia che, sommate anche ad azioni di crescita inorganica, sono volte all’eccellenza tecnica e operativa, alla crescita profittevole e a nuove modalità di servizio e offerta al cliente.

Le azioni di ribilanciamento del business mix Vita (cambio della produzione verso prodotti unit linked e tradizionali a basso assorbimento di capitale) e di quello Danni (focus sullo sviluppo del segmento Non Auto), i benefici derivanti dall’introduzione della telematica, la nuova società ad hoc per business specifici, l’apporto della joint venture con Banco BPM, l’ottimizzazione dei processi e un modello distributivo più forte consentiranno a Cattolica di raggiungere gli ambiziosi target al 2020.

 

Sintesi KPI chiave del Piano

 

I KPI verranno conseguiti attraverso:

Piano pragmatico

  • Piano organizzato in 21 progetti, già avviati, individuati i responsabili e assegnati obiettivi.
  • Obiettivi sotto il controllo del management basati su efficienza, eccellenza tecnica e crescita inorganica.
  • Nuovo processo approvazione degli investimenti sulla base del business case.

Governance rigorosa

  • Istituita cabina di regia nell'area CFO per program management del Piano.
  • Comitati guida settimanali con AD e responsabili dei progetti.
  • Dashboard con KPI per progetto monitorato settimanalmente.

Coinvolgimento risorse

  • Modello di incentivazione esteso e allineato agli obiettivi di piano.
  • Team multidisciplinari a presidio dei progetti con coinvolgimento dei migliori talenti.
  • Potenziamento della capacità esecutiva con formazione e recruiting selettivo.

 

Assicurando trasparenza su strategia ed execution del Piano con aggiornamento annuale ai mercati.

 

Comunicato stampa - Investor Day: Piano Industriale 2018-2020

Presentazione Piano Industriale 2018-2020

 

 

Consulta e scarica il Piano d'Impresa 2014-2017