Una concezione integrata

In parallelo e a supporto dei corporate values, Cattolica ha sviluppato un’idea di Corporate Social Responsibility che definisce “integrata”, da intendersi non come sovrastruttura concettualmente e temporalmente successiva rispetto alla visione e alla formula imprenditoriale, ma come parte essenziale e sistemica

 

 

È una formula con un marcato accento pragmatico, che muove da linee guida caratterizzanti l’orientamento al lungo termine del Gruppo e le declina al presente, tanto che su di esse si innestano e trovano piena espressione le iniziative previste dal Piano Industriale 2018-2020:

  • il principio della centralità del cliente 
  • la leva dell’efficienza distributiva 
  • l’accento su innovazione, digitalizzazione e multicanalità 
  • l’etica della responsabilità sociale 
  • l’importanza attribuita alla sostenibilità ambientale 
  • il rispetto e la valorizzazione delle risorse che vengono armonizzate e integrate in piena consonanza per dare vita a una strategia orientata al lungo periodo, la quale include e sostiene i tre pilastri della dimensione economica 
  • Solidità finanziaria e patrimoniale 
  • Profittabilità 
  • Eccellenza competitiva con l’obiettivo ultimo di pervenire ad una creazione di valore per gli stakeholder e allo sviluppo duraturo di Cattolica. 

 

Cosa vogliamo fare

  • Definizione di un piano di sostenibilità, per favorire la determinazione di obiettivi quali-quantitativi chiari e misurabili di breve, medio e lungo termine;
  • definizione di una policy ambientale di Gruppo, attraverso l’analisi dei principali rischi in ambito ambientale generati o subiti legati alle attività del Gruppo e l’individuazione delle aree di miglioramento;
  • assegnazione al Gruppo di un solicited rating da parte di una società di rating specializzata;
  • valutazione di un percorso di carbon neutrality, con l’adesione a standard riconosciuti a livello internazionale;
  • avvio di una riflessione progettuale, che vede nella Tenuta di Ca’ Tron una risorsa da valorizzare sotto il profilo della produttività agricola e dal punto di vista agro-paesaggistico, secondo un approccio che sviluppi la connessione al territorio, in una prospettiva integrata e multifunzionale;
  • rafforzamento delle attività di stakeholder engagement per il 2019, con l’inclusione di altre categorie (ad es. i clienti);
  • adesione ai Principi di Investimento Responsabile delle Nazioni Unite (UN PRI);
  • definizione di attività formative ai dipendenti su tematiche di CSR, per diffondere una cultura della sostenibilità in azienda;
  • attività formativa e di induction agli amministratori sulle tematiche CSR e ESG nell’ambito del ciclo “Formazione organi amministrativi delle società del Gruppo”.